Elvira Gennarelli

Architect Elvira Gennarelli

E_Elvira GENNARELLI_Portrait

Studi classici e poi mi laureo in Architettura nel 1994 e balzo direttamente all’abilitazione professionale. Inizio timidamente le piccole ristrutturazioni di famiglia e parallelamente imparo a stimare gli immobili, attività che mi concede una “dispensa” dall’affanno economico. Poi arrivano impegni maggiori, clienti più esigenti e soddisfazioni più appaganti, sempre nell’ambito delle ristrutturazioni private, e soci che considero più compagni di avventura. Non ho rinunciato nel frattempo ad occuparmi più ampiamente di cultura. 

Con un amico rianimo l’Associazione ProtoDesign di quando eravamo universitari ed organizziamo un concorso di design eco-sostenibile, una premiazione, una mostra, una conferenza; dò una mano ad un gruppo di virtuosi professionisti per un progetto inserito all’interno del programma Smart City che auspica e propone un approccio integrato per la riqualificazione “intelligente” del patrimonio immobiliare; seguo teatro, opera e letteratura: Torino è una fucina traboccante di cultura viva. Approfitto! Sono nata al Sud, al mare, ma devo ammettere che sono felice di vivere qui. E adesso? Ultraspazio lo sento un po’ figlio mio, e, come tutte le madri, sono molto esigente con la prole: non mi basta che sia il coworking che ho ideato con amici e dove ho trasferito la mia attività, ma vorrei che fosse la community che permette di scambiare idee e attivare progetti basati sulla creatività e le attitudini che ognuno può mettere a disposizione degli altri. In 20 anni di professione, che sento più simile ad un prolungato tirocinio, ho imparato che condividere i propri talenti è la chiave per scoprirne altri ancora. Ci sto lavorando.